Grosotto

Dell'antico borgo medievale di Grosotto restano poche testimonianze, in quanto, nel corso dei secoli, fu più volte saccheggiato e dato alle fiamme. 

E' consigliata una passeggiata in Via Patrioti dove si trova la casa parrocchiale dal portale in pietra, ornato di angeli, testine e motivi floreali: nell’angolo destro della facciata è murata la colonna della berlina dove un tempo i condannati venivano esposti al pubblico ludibrio; tra le abitazioni civili spiccano le facciate della casa del capitano Giacomo Robustelli e di casa Stoppani, di fronte alla quale si trova una delle più belle fontane-lavatoio di tutta la Valtellina. 
 
Merita una visita il Santuario della Beata Vergine delle Grazie, uno degli edifici religiosi tra i più importanti della Valtellina, la cui costruzione fu iniziata nel 1487 in ringraziamento del paese per lo scampato pericolo di distruzione da parte del giovane stato dei Grigioni che, a partire dal 1486, invase la Valtellina per un lungo periodo storico. Conserva al suo interno, dalla volta a botte tutta affrescata, un imponente organo settecentesco Serassi, stupendo strumento della metà dell'800, dalla cassa lignea magnificamente scolpita e intagliata.

In prossimità del fiume Adda, realizzato ai margini del paese, si trova il Parco Prati di Punta dove è possibile praticare la pesca sportiva in uno dei suoi due piccoli laghi creati artificialmente; un'oasi verde per un po' di relax e un'area ricca di attività sportive quali tennis, basket, volley e parco giochi. Grosotto è anche punto di partenza per escursioni nella bellissima Valgrosina o per lunghe pedalate seguendo il Sentiero Valtellina.

Materiale scaricabile

Mappa Grosotto




Informativa sulla privacy

© 2021 - Consorzio Turistico Media Valtellina - P.IVA 00824670145