Teglio

Teglio è un affascinante borgo valtellinese situato a 900 metri d'altezza, dove si sposano arte, cultura, natura e benessere.
La sua posizione strategica e particolarmente felice - sia per le diverse colture, sia per gli scambi commerciali - comporta la creazione di insediamenti umani già in epoca antica.  Sul suo vasto territorio, sono evidenti i segni delle diverse popolazioni che lo hanno abitato: dai popoli primitivi, ai Romani, dai Longobardi, ai Grigioni fino alla Repubblica Cisalpina di Napoleone.

I suoi pendii baciati dal sole sono luogo ideale per diverse colture: quella della vite, della segale e del grano saraceno. Quest’ultimo è l’ingrediente principale dei pizzoccheri, il più celebre piatto della cucina tipica locale, la cui ricetta originale è oggi tutelata dall'Accademia del Pizzocchero di Teglio.

Il suo patrimonio storico-artistico si divide fra i molti palazzi, chiese e incisioni rupestri.
Tra le tante bellezze, spicca Palazzo Besta, antica costruzione cinquecentesca di tipico stile rinascimentale valtellinese. La cosiddetta “piccola reggia nelle Alpi”, un tempo dimora della nobile famiglia Besta, è oggi trasformata in museo e ospita anche l’Antiquarium Tellinum, dove sono esposti i reperti archeologici ritrovati sul territorio.

Passeggiando per il centro del borgo, merita una visita la chiesa parrocchiale di Santa Eufemia, consacrata nel 1117 e antica sede della Pieve della Castellanza di Teglio. L’edificio si trova all’interno del “recinto sacro” che ospita anche l’oratorio dei Bianchi e dei Neri e l’ossario del vecchio cimitero. Poco distante sorge, invece, la chiesa romanica di San Pietro, la più antica del borgo, risalente all’XI secolo.
Una visita a Teglio non può ritenersi completa se non si va alla scoperta della sua famosa torre “de li beli miri”, che svetta sulla cima della pineta come unico lascito dell’antico Castrum Tilii - castello di Teglio.

A Teglio, arte e cultura trovano un connubio perfetto con natura e benessere, grazie agli ampi spazi incontaminati tracciati da sentieri ciclo-pedonali. Nei dintorni del borgo, sette percorsi si diramano su dolci salite e discese, facilmente affrontabili da tutta la famiglia. Le camminate portano alla scoperta delle frazioni telline circostanti, come San Rocco e il suo mulino Menaglio, il suggestivo laghetto di Somasassa, le incisioni rupestri della zona di Caven. Il divertimento all’aria aperta continua lungo la Via dei Terrazzamenti e il Cammino mariano delle Alpi, due tracciati che si sviluppano a mezza montagna, facilmente raggiungibili dal centro del paese. Sul fondovalle, il Sentiero Valtellina - che si snoda su 114 chilometri, da Colico a Bormio - attende adulti e bambini per rilassanti gite a piedi o in biciletta.

Tratto distintivo di Teglio è la possibilità di praticare sport all’aria aperta, immersi nell’arte, nella tradizione e nella storia. Il suo vasto territorio accoglie ciclisti esperti e famiglie, amanti del trekking montano e chi preferisce le passeggiate rilassanti, avventurieri del rafting e tranquilli pescatori, chi ama volare in alto con il parapendio e chi sale in alto scalando una roccia. Prato Valentino accoglie tutta la famiglia, con le sue piste rosse e blu, oltre agli amanti dello sci d’alpinismo, mentre le vallate orobiche invitano a ciaspolate tra la neve più selvaggia.

Considerato uno dei borghi più belli d’Italia grazie alla sua offerta storico-artistica, è località di soggiorno estivo ed invernale.
Inoltre, Teglio è una "città slow" certificata. Grazie alla qualità dell’accoglienza, alla buona tavola e alla salvaguardia degli aspetti storici, artistici e naturali, fa parte della rete internazionale delle città del buon vivere.

Materiale scaricabile

Mappa Teglio




Informativa sulla privacy

© 2021 - Consorzio Turistico Media Valtellina - P.IVA 00824670145